Per una nuova Economia Sociale

La Comunità Emmanuel  in occasione dei suoi 35 anni di attività torna ad interrogarsi sul sociale in due giornate, il 6 e il 7 novembre 2015 a partire dalle ore 8:30, presso il centro Le Sorgenti parte dell'I.S.M.S. Ignazio di Loyola sulla strada provinciale Lecce-Novoli al n° 25.

La domanda che sarà al centro dell'anniversario è un quesito fra i più ricorrenti negli ultimi anni, ovvero: come superare la crisi e generare prosperità. Infatti, mentre il declino appare inarrestabile e nessuna forza, dalle piccole imprese all'agricoltura, dai commerci al turismo, sembra essere davvero trainante per l'economia salentina, e mentre le banche ed i flussi finanziari non sembrano avere ricadute sul tessuto produttivo locale, Comunità Emmanuel, in collaborazione con la Città di Lecce, l'Ordine dei Dottori Commercialisti e la Fondazione Messapia, vogliono chiedersi e scoprire assieme ai partecipanti, come uscirne.

Il convegno, che attribuisce crediti formativi per la formazione continua e obbligatoria dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, si muove con l'intento di costruire un patto fra le istituzioni, le imprese, gli istituti di credito e gli enti non profit: le istituzioni hanno il compito di tutelare e valorizzare l'economia del territorio anche generando opportunità per le imprese più creative e dinamiche; le imprese devono innovarsi e stabilire un'organizzazione in filiera; compito degli istituti di credito è quello di tornare ad essere il fulcro dei processi di sviluppo, rinnovando anche il ruolo di intermediari; gli enti non profit, invece, hanno il compito di promuovere le forme di imprenditorialità sociale, e mettere a frutto tutte le loro competenze nel campo della white e green economy e nella tutela e valorizzazione dei beni comuni.
 
A chiarire il quadro della situazione e a spiegare le modalità attraverso le quali sarà possibile raggiungere tali obbiettivi interverranno membri dell'Ordine dei dottori commercialisti, istituti scolastici secondari di secondo grado, esperti istituzionali, associazioni datoriali e organizzazioni di Terzo Settore.

Programma.

Per partecipare è necessaria l'iscrizione, sottoscrivibile qui.